cavolo romano geometria frattale

Anche se sta finendo la sua stagione perché ci stiamo addentrando nella primavera, dedico questo post a questo straordinario e affascinante ortaggio: il cavolo romano.

Il cavolo romano, noto anche come broccolo romanesco, è una varietà di cavolo broccolo. Si caratterizza per il colore verde brillante e la forma geometrica perfetta delle sue cimette, le quali si ripetono come frattali.

Cosa sono i frattali?

I frattali sono particolari oggetti geometrici molto diffusi in natura (broccoli, conchiglie, alberi, fiori, foglie). La loro struttura è basata sulla ripetizione di una certa forma in copie sempre più piccole, annidata l’una dentro l’altra come in una Matrioska.

E’ interessante osservare come tutte le cimette del cavolo romano siano disposte a spirale secondo la successione di Fibonacci (approfondisci qui).

Proprietà

Il cavolo romano è ricco di

  • provitamina A
  • carotenoidi
  • vitamina C
  • acqua
  • fibre
  • flavonoidi
  • potassio
  • magnesio
  • manganese

Recenti studi hanno dimostrato che tutte le cricifere (famiglia dei cavoli e broccoli) hanno un’azione protettiva contro virus e tumori (leggi l’approfondimento).

Metodo di cottura

Il cavolo romano in genere si consuma cotto. Ti consiglio di preferire la cottura a vapore, che permette di preservare le proprietà organolettiche degli alimenti, senza far perdere preziosi elementi nutrizionali con la bollitura in acqua.

Inoltre è importante rispettare i colori, ovvero non cuocere troppo le verdure ma mantenere il loro colore brillante.

Io cuocio le cimette a vapore per circa 15 minuti, max 20 e poi lo consumo con poco olio e semi di sesamo, oppure come base per condire la pasta.

Contronidicazioni

Il cavolo romano è controindicato in caso di gonfiore addominale o colon irritabile, in quanto rientra nella categoria di cibi che causano meteorismo, in particolare a soggetti già predisposti.

E tu come usi il cavolo romano? Fammelo sapere nei commenti qui sotto.

cavolo romano geometria frattale
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.