insonnia-naturopatia

Temperature più basse, giornate più corte, colori più grigi: stiamo entrando nel cuore dell’autunno ed è facile in questo periodo provare tristezza, malinconia e soffrire d’insonnia.

C’è una ragione biologica per tutto questo: scopriamo insieme perché.

Adattarsi al nuovo ritmo

Il passaggio dallo splendere del sole al buio costringe il corpo ad un nuovo adattamento. La protagonista di questo adattamento è la serotonina, detta anche “ormone del buonumore”. Le statistiche dimostrano come i paesi nordici abbiano un più elevato tasso di depressione e malinconia, dovute alla mancanza di luce solare.

In questo adattamento è coinvolto un altro ormone, la melatonina, prodotta dalla ghiandola epifisi alla diminuzione della luce diurna. Questo meccanismo oggi è fortemente alterato dalla luce artificiale, compresa quella di PC e smartphone.

Le tipologie di insonnia secondo la Medicina Tradizionale Cinese

In base al manifestarsi di alcuni eventi, possiamo riconoscere diversi tipi di insonnia: in quale ti riconosci di più?

  1. Fai fatica ad addormentarti, resti fermo a fissare il soffitto e la tua mente non riesce a smettere di pensare: questo tipo di insonnia è più tipico della donna, è causato da un deficit di sangue e una stasi energetica della milza.
  2. Ti addormenti con facilità ma ti risvegli spesso dall’una alle tre, il tuo sonno è agitato e tendi a disfare il letto per il continuo rigirarti: questo tipo di insonnia è causata da un fegato troppo carico di energia e ha bisogno di essere depurato e calmato.

Le soluzioni per il primo tipo

Dobbiamo nutrire il sangue con cibi di colore rosso (salmone, rapa rossa, pinoli, ciliegie, fragole a seconda della stagione) e integratori di magnesio e clorofilla. In cromopuntura si usa il colore rosso irradiato su punti specifici del corpo, per nutrire sangue e milza.

Le soluzioni per il secondo tipo

E’ necessario mangiare poco la sera, possibilmente entro le 20:00, per permettere al fegato di svolgere il suo lavoro di depurazione del sangue durante la notte. Evitare alcolici e cibi pesanti da digerire, preferire invece le verdure amare come cicoria, radicchio, tisane di bardana. E’ possibile fare cicli depurativi con fitoterapici che contengono erbe amare. In cromopuntura si usano i colori verde e blu per armonizzare e calmare il fegato. Leggi di più su cromopuntura.

L’auricoloterapia efficace contro l’insonnia

auricoloterapia

E’ una tecnica riflessa che consiste nell’applicare dei cerottini sul padiglione auricolare. Si applicano piccoli semi di vaccaria all’esterno dell’orecchio, in corrispondenza di punti specifici di agopuntura.

Questa tecnica si rivela particolarmente efficace in caso di insonnia, perché va a riequilibrare il sistema nervoso centrale. Leggi di più su auricoloterapia.

I rimedi naturali contro l’insonnia

Si rivelano utili i Fiori di Bach, soprattutto per calmare il pensiero fisso e circolare e pacificare la mente iperattiva; in questo caso è indicato il fiore White Chestnut.

La melatonina: favorisce l’addormentamento e il ciclo sonno – veglia

Piante rilassanti: estratti di valeriana e griffonia promuovono il rilassamento e la produzione di serotonina.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.